Shimadzu Iroha-no-uta – prima parte

La saggezza di Kagoshima passata di generazione in generazione dei Samurai del clan Satsuma

Pubblico la traduzione in Italiano di una serie di articoli di Alex Bradshaw, che ringrazio anche qui per avermene concesso il permesso. Ho cercato di rimanere il più aderente possibile ai suoi testi e ai relativi post che potrete trovare pubblicati qui. Riprendo e condivido la riflessione che questi quarantasette insegnamenti sono estremamente attuali ed applicabili alla nostra vita di ogni giorno ed altri ci aiutano ad intravedere quanto differenti fossero vita e sentire nel Giappone dei Samurai durante il periodo Sengoku

Potete trovare qui l’articolo originale

Lo Shimadzu Iroha-no-uta è una collezione di poemi corti scritta da Shimadzu Tadayoshi circa a metà del 1.500.

Conosciuto anche come Jisshin-ko Iroha-no-uta, raccoglie 47 precetti , ognuno dei quali inizia con una lettera dell’alfabeto tradizionale giapponese, ed è stato utilizzato per più di 300 anni per educare i samurai della provincia di Satsuma nei principi morali da perseguire.

Lo Iroha-no-uta viene ancora ampiamente insegnato al giorno d’oggi in Kagoshima e in alcune scuole materne i bambini di cinque anni imparano a ripetere l’intero canone.

1) い いにしへの道を聞きても唱へても わが行に せずばかひなし
Ascoltare o ripetere la saggezza degli antichi è inutile senza agirla.

È interessante che il primo principio di questo elenco sia di avvertimento sulla insignificanza della sola memorizzazione e ripetizione delle antiche conoscenze. Tadayoshi chiaramente aveva intenzione che i suoi insegnamenti venissero messi in pratica, piuttosto che essere meramente recitati per la propria soddisfazione personale. Questo dovrebbe sempre essere tenuto presente mentre si studiano i rimanenti 46 precetti.

2) ろ 楼の上もはにふの小屋も住む人の 心にこそは 高きいやしき
Sia l’uomo che vive in una grande villa che quello che vive in una squallida capanna possono possedere un palazzo nei propri cuori.

L’apparenza esterna, la classe sociale e la ricchezza sono irrilevanti rispetto al corretto atteggiamento di cuore e mente.

3) は はかなくも明日の命を頼むかな 今日も今日と 学びをばせで
Non rimandare a domani quello che puoi realizzare oggi. Fai che l’apprendimento sia un compito quotidiano.

Non rimandare quello che puoi fare oggi. Non dovremmo mai dimenticare che l’apprendimento è qualcosa su cui focalizzarci ogni giorno.

4) に 似たるこそ友としよけれ交らば 我にます人 おとなしきひと
Stringi sincera amicizia con coloro i quali ti assomigliano nel carattere ma accompagnati con uomini eccellenti per migliorare te stesso.

Nonostante possiamo godere di sincera amicizia e conversare piacevolmente con le persone che hanno caratteri simili ai nostri, dovremmo cercare di puntare in alto e socializzare con persone raffinate e intelligenti per migliorare noi stessi.

5) ほ 仏神他にましまさず人よりも 心に恥ぢよ 天地よく知る
Gli Dei e i Buddha risiedono nei nostri cuori e da nessuna altra parte. Prova vergogna dei tuoi errori poichè il Cielo li vede tutti.

Anche quando pensiamo che nessuno stia guardando il Cielo vede ogni nostro comportamento sbagliato. Poichè Dei e Buddha effettivamente risiedono nei nostri cuori, dovremmo sapere che le nostre azioni sono sbagliate e provarne vergogna anche senza necessità che questo venga detto.

6) へ 下手ぞとて我とゆるすな稽古だに つもらばちりも やまとことのは
Non lasciare che la tua mancanza di capacità riduca la tua volontà di praticare. Perfino la polvere, se accumulata, diventa una montagna.

Non dovremmo mai diventare indulgenti nella nostra pratica delle arti solo perchè ci sentiamo poco capaci o non ci sembra di progredire. Anche i più irrilevanti miglioramenti renderanno risultati spettacolari nel tempo.

7) と とがありて人を斬るとも軽くすな 活かす刀も ただ一つなり
Non pensare a cuor leggero di uccidere un uomo con un fendente, persino un criminale. C’è solo una occasione di brandire la spada che dà la vita

Nonostante l’importanza di una punizione appropriata per le colpe, è vitale riflettere profondamente prima di prendere una vita. La clemenza va presa in considerazione, poichè è l’unica occasione di prendere o risparmiare una vita.

Sengan-en Residenza signorile e giardini della famiglia Shimadzu
Sengan-en è un giardino tradizionale e residenza signorile costruita dal diciannovesimo capo della famiglia Shimadzu, Mitsuhisa, nel 1658. Sengan-en utilizza il principio del “paesaggio preso in prestito” e incorpora gli elementi di sfondo del vulcano attivo Sakurajima e Kinko Bay come parte dei giardini.
Alex Bradshaw
Alex è Head of Overseas Business per la Shimadzu Limited e ha vissuto per oltre 15 anni a Kagoshima.
Ha trascorso molti anni nello studio della scherma tradizionale Jigen-ryu Hyoho ed ha avuto modo di tenere dimostrazioni di arti marziali per il Principe della Corona Giapponese e presso molti venerabili santuari diffusamente in Giappone. Inoltre pratica calligrafia, zazen e molti altri elementi della cultura Giapponese e ha tradotto vari testi su questi argomenti.

One Response to Shimadzu Iroha-no-uta – prima parte

  1. Pingback: Shimadzu Iroha-no-uta - prima parte - MuShinKan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: