Shoji Sugiyama Sensei: addio al Samurai della pianura padana (by Aikime)

Ringrazio Marco Rubatto per aver acconsentito alla pubblicazione del suo saluto a Sugiyama Sensei, mancato di recente.

Non ho avuto la fortuna di conoscere personalmente Shoji Sugiyama, mi sarebbe piaciuto ma non si è presentata l’occasione, mi sarebbe piaciuto anche avendo avuto modo di conoscere e apprezzare alcuni (pochi) suoi allievi e, citando la Bibbia, “… Non c’è albero buono che faccia frutti cattivi, né albero cattivo che faccia frutti buoni. Ogni albero infatti si riconosce dal suo frutto …”

Mi pare opportuno dare il saluto e fare le condoglianze ad allievi e familiari proponendovi il saluto nelle parole scelte da Marco e apprezzate da Simone (qui trovate l’articolo)

Interrompiamo la pubblicazione dei Post pianificati, per salutare come si deve un grande pioniere delle arti marziali torinesi, piemontesi, italiane… che ci ha lasciato lo scorso 3 marzo: Shoji Sugiyama Sensei, di cui molti nostri lettori sono stati affezionati allievi.

Nato a Shizuoka il 4 aprile 1933, aveva 84 anni.

Soltanto quindici giorni fa la FIJLKAM gli aveva tributato, con il 9º dan, un segno di piena e totale riconoscenza e nessuno, meglio dello stesso Maestro Sugiyama, è stato in grado di regalare con la stessa efficacia la sintesi della sua vita meravigliosa:

“Fu proprio mentre stavo risalendo la china e i dirigenti del Judo della mia regione nutrivano nuovamente speranze sul mio futuro agonistico che fui convocato dal Maestro Mochizuki. Continuava a ricevere inviti per andare ad insegnare all’estero, ma non poteva più aderire per problemi di lavoro e di famiglia.

Fu così che mi chiese (in Giappone equivaleva a un ordine) di andare in Francia per un paio d’anni a insegnar Judo e Aikido.
Per questo motivo mi promosse 6° dan di questa specialità.

Rimasi in Francia per circa un anno e mezzo, a Parigi e Versailles, ma di frequente mi recavo anche in varie località del paese per fare stage.

Nella primavera del 1959 mi recai anche sulla Costa Azzurra, a Cannes e a Nizza, dove un giorno per strada incontrai il mio nuovo destino, un giovane che si presentò: era Piercarlo Capelli, studente innamorato del Judo, che parlava un po’ di giapponese.

Mi invitò a Torino, una città che non avevo mai sentito nominare e che mi fece poi l’effetto di un “paesone”. Non era certo Parigi. Mi recai così a Torino per due settimane di stage e poi mi fu proposto anche di trasferirmi per un anno. Accettai.

La mia intenzione era di tornare a Parigi, che comunque esercitava su di me un certo fascino e poi via, in Giappone, a casa.

Dopo un anno di lavoro alla società Ginnastica Magenta però, i miei allievi non vollero lasciarmi ripartire, al punto che fondarono una palestra per me: Doyukai. Vi rimasi per quattro anni.

Poi mi resi indipendente e realizzai la mia palestra il Dojo Sugiyama Torino, e mi creai una famiglia, allietata dalla nascita da tre splendidi figli”

– Tratto dal libro “Sugiyama Shoji IL MAESTRO Genesi di un’Emozione” –

Sugiyama Sensei era un Maestro esperto di numerose discipline marziali, e basta scorrere brevemente il suo curriculum per rendersene conto di persona:

– 9° dan Aikido I.F.N.B.
– 8° dan Yoseikan Aikido
– 9° dan Judo FIJLKAM
– 7° dan Karate
– 6° dan Iaido

Egli inoltre ha ricoperto la carica di Presidente I.F.N.B. Italia e Europa, Vicepresidente I.F.N.B. Japan, Consulente di kata per l’Unione Europea di Judo (EJU), Docente Federale (FIJLKAM) di Kata, Responsabile di Kata Piemonte e Val d’Aosta.

Stiamo parlando di un Maestro che fu allievo diretto di Minoru Mochizuki (a sua volta uno degli allievi diretti dei Fondatori del Judo – Jigoro Kano – dell’Aikido – Morihei Ueshiba – e del Karate Shotokan – Gichin Funakoshi -)… quindi la sua figura va al di là degli interessi specifici di un singola disciplina, ma si colloca in un ambito generale di pionierismo, sulle arti marziali nel nostro Paese.

Qui a Torino, il luogo dal quale la Redazione di Aikime vi scrive fisicamente tutte le settimane, il Maestro Sugiyama era conosciutissimo e molti dei corsi di Judo, Aikido e Yoseikan Budo presenti sul territorio sono stati aperti negli anni dai suoi migliori allievi, divenuti a loro volta col tempo Insegnanti.

Abbiamo anche avuto la fortuna di conoscerlo di persona, anche se non di frequentarlo con regolarità.
La casa in cui ha vissuto per decenni si trova fisicamente ad un paio di km dal nostro Dojo!

Un Insegnante d’altri tempi, al quale tutti noi dobbiamo molto… per il suo coraggio di investire in attività che risultavano completamente sconosciute al suo arrivo in Italia.

La sua è stata una vera e propria missione, che ha fatto da apripista a molte delle attività che uno sprovveduto potrebbe dare per scontate… ma che non lo sono affatto.

Come abbiamo già detto, il Maestro si è spento pochi giorni fa a Torino: sentite condoglianze a tutta la famiglia Sugiyama ed ai suoi allievi più stretti

I funerali si svolgeranno, sempre a Torino, domani, martedì 7 marzo 2017.

La Camera ardente osserverà i seguenti orari: lunedì 6 (13-16) e martedì 7 (8-14.30) nell’Ospedale Giovanni Bosco (via Pergolesi, 30).

La Benedizione avverrà alle 15.25 nel Cimitero Monumentale di Torino (Corso Novara, 135).

Grazie di tutto e buon viaggio Sugiyama Sensei!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...